Foto 1Foto 2

Prestito con Delega

La delegazione di Pagamento è un ulteriore finanziamento studiato per coloro che hanno già in busta paga una Cessione del Quinto non rinnovabile a causa del debito residuo molto alto oppure perchè necessitano di una somma elevata. 
Il Prestito con delega, che si configura a tutti gli effetti come una seconda trattenuta in busta paga, ha le stesse caratteristiche della Cessione del Quinto dello stipendio, sia per quanto riguarda i requisiti richiesti per ottenerla sia per quanto concerne l'istruttoria della pratica.
Per ulteriori chiarimenti a proposito non esitare a contattarci o a richiedere un preventivo gratuitamente.
Il Prestito con delega è garantito dalla stabilita' del proprio impiego, nel senso che la rata verra' pagata fino a quando esistera' una busta paga  su cui effettuare la trattenuta.
Da ciò si evince che:
  • può accedere al Prestito con Delega anche chi ha avuto problemi di insoluti o protesti senza la necessita' di presentare garanzie ulteriori quali firma di un garante, fideussioni ect;
  • non possono accedere al Prestito con Delega nè i lavoratori autonomi nè i lavoratori con contratto a tempo determinato oltre la scadenza dello stesso;
  • non avranno la preoccupazione del pagamento mensile della rata, in quanto si occupera' l'Amministrazione o Ente di Previdenza a farlo, senza correre, quindi, il rischio di essere segnalati come insolventi dalle Banche dati per una semplice dimenticanza.

Per scoprire quanto potresti ottenere richiedi un preventivo gratuitamente.

Documenti richiesti
I soli documenti necessari per l'apertura della pratica di prestito sono i seguenti:
  • Documento d’identità e Codice Fiscale 
  • Ultima busta paga.
per ulteriore informazione non esitare a contattarci o venirci a visitare nelle nostre sedi di Agrigento e Caltanissetta
 
 

Preventivo Gratuito Senza Impegno

Cognome Nome
Importo Telefono E-mail
Professione Comune Codice immagine
Codice da ricopiare
Il sottoscritto dichiara di aver letto con attenzione l\'informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003, prima di esprimere il consenso